6 dicembre 1977. Muore Raoul Follereau, l’apostolo dei lebbrosi.

Inizia giovanissimo una brillante carriera di scrittore-poeta. A metà degli anni ’30 parte per una serie di viaggi che lo portano in Africa dove scopre la realtà dei malati di lebbra. Nei 10 anni successivi Follerau tiene oltre 1200 conferenze in diversi Paesi del mondo, raccoglie fondi e in Costa d’Avorio, nella città di Adzopé, dà vita a quello che oggi è “L’Istituto nazionale del trattamento della lebbra”. Grazie al suo impegno, nel 1954 l’ONU lancia la prima Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra. Oggi sono 150 i Paesi che la celebrano l’ultima domenica di gennaio.

207

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro