fbpx

5 maggio 1821. La fine di Napoleone.

Muore in esilio a Sant’Elena, a soli 52 anni, Napoleone Bonaparte. Nato in Corsica, ad Ajaccio, Napoleone proviene da una famiglia della piccola borghesia, fa carriera nell’esercito, sposa la causa della rivoluzione francese e sfruttando la sua popolarità, e i suoi meriti come condottiero, inizia la carriera politica che corona con un colpo di stato che porta all’instaurazione del consolato.
L’uomo nuovo diventa imperatore dei francesi dal 1804 al 1814 e poi per 100 giorni nel 1815, prima di essere definitivamente sconfitto a Waterloo e costretto in esilio. Tra le sue opere più significative e durature è il Codice napoleonico, o Codice civile, che conferma le maggiori conquiste della Rivoluzione: l’uguaglianza giuridica, la libertà religiosa, il diritto di proprietà privata e la laicità dello stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro