fbpx

È morto Flavio Carboni, il faccendiere dei misteri d’Italia.

Flavio Carboni è morto. Il faccendiere al centro di tanti misteri d’Italia è deceduto a Roma, all’età di 90 anni, probabilmente colpito da infarto. L’ultima sentenza, di assoluzione, è arrivata dieci giorni fa, il 14 gennaio, proprio nel giorno del suo novantesimo compleanno. Il nome di Carboni cominciò a finire sui giornali alla fine degli Anni Settanta, collegato con quelli dell’agente segreto Francesco Pazienza, del piduista Licio Gelli, del boss Pippo Calò e di Silvio Berlusconi, suo socio nella costruzione di Olbia 2. L’ultimo grande caso in cui è rimasto implicato è quello della P3: indagato per corruzione, è stato condannato a 6 anni e 6 mesi di carcere. Nell’agosto 2018 era stato indagato per trasferimento fraudolento di fondi: proprio per quella vicenda è stato assolto nei giorni scorsi.

continua a leggere

Indietro