fbpx

Giappone. Per la pandemia aumentano i suicidi di donne e di giovani.

Il Giappone è tra le poche principali economie che rilascia dati tempestivi sui suicidi in quanto si tratta di un problema sociale persistente. I numeri suggeriscono ciò che potrebbe accadere in tutto il mondo mentre i Paesi sono alle prese con le ricadute della disoccupazione di massa e dell’isolamento sociale che stanno influenzando alcuni gruppi di persone più degli altri. In Giappone, il tasso di suicidi è diminuito, tranne che tra i giovani, ma rimane una delle principali cause di morti premature: quest’anno ha causato oltre 13.000 vittime, mentre il numero totale di vittime Covid-19 è inferiore a 2.000.
Secondo le statistiche del governo, il numero dei suicidi nel mese di agosto è aumentato a 1.854 (+ 15,4%). Nonostante una percentuale minore di suicidi, il numero di donne che si suicidano è aumentato di circa il 40%. Il numero di suicidi di studenti dalle elementari alle superiori è più che raddoppiato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

continua a leggere

Indietro