fbpx

3 aprile 1897. Addio a Johannes Brahms, l’abilità di miscelare classico e nuovo.

Muore a Vienna, all’età di 64 anni, il compositore Johannes Brahms. Cimentatosi prestissimo come pianista, a 20 anni compie una importante tournée che gli dà l’opportunità di conoscere Liszt e Schumann. Ed è proprio l’incontro con quest’ultimo che segnerà la vita di Brahms: Schumann lo considera un vero talento e indica Brahms come il musicista del futuro. L’opera di Brahms si fonda su una straordinaria miscela tra forme classiche e rigorose e un’innovativa struttura melodica, con sorprendenti sovrapposizioni dei ritmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro