24 gennaio 1920. La scomparsa di Modì, l’artista “maledetto”.

Muore a Parigi Amedeo Modigliani. Nato a Livorno nel 1884, diventa presto l’allievo prediletto di Giovanni Fattori. Nel 1906 si trasferisce nella capitale francese conducendo una vita sregolata. Diventa Modì, il maledetto. Rapido ed abile nel ritrarre, nella sua carriera ‘’spoglia l’anima’’ a molti contemporanei come Pablo Picasso, Diego Rivera, Jean Cocteau. Celebre per le sue figure femminili dai lunghi colli e dagli occhi losanga, in tutto dipinge soltanto quattro paesaggi.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro