20 novembre 1940. Muore Arturo Bocchini, il superpoliziotto di Mussolini.

bocchiniCapo della polizia durante il periodo fascista dal 1926 al 1940. Uomo di grande intelligenza, risulta una pedina fondamentale del regime nella lotta all’antifascismo clandestino contro il quale riesce a condurre con successo una battaglia che risulterà decisiva ai fini della stabilità del regime mussoliniano. Istituisce a Milano il primo ufficio speciale di investigazione politica, una vera e propria polizia segreta dotata di un certo grado di autonomia gerarchica e di cospicue risorse finanziarie. Nel 1930 l’ufficio assume il nome di Ovra, acronimo di Organismo Vigilanza Repressione Antifascismo.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro