12 novembre 1974. Addio a Guido Piovene, lo scrittore inviato.

Muore a Londra Guido Piovene, scrittore e giornalista. Lavora come inviato dalla Germania, da Londra e da Parigi, prima per L’Ambrosiano e poi per il Corriere della Sera. Passa poi a La Stampa con cui collabora fino al 1974, quando accetta di collaborare alle pagine culturali de il “Giornale Nuovo” diretto da Montanelli. La narrativa di Piovene, a partire dai racconti de “La vedova allegra”, conserva in tutte le sue opere un moralismo acuto e amaro, sullo sfondo di una provincia veneta descritta nei suoi costumi, dominati da una rigida tradizione cattolica estremamente repressiva. “Lettere di una novizia” del 1941 è considerato il suo capolavoro.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro