10 novembre 1982. Muore Leonid Breznev e l’Urss volta pagina.

Nato nel 1906, Breznev appartiene alla generazione di comunisti sovietici che crebbe politicamente nel periodo più buio del regime staliniano. Dal 1964 al 1982 fu il leader assoluto dell’Unione Sovietica e, come capo dello stato-guida del comunismo nel mondo, continuò la tradizione staliniana di intervenire anche militarmente negli affari interni dei paesi alleati. La dura repressione della Primavera di Praga, nel 1968, fu una storica applicazione della dottrina Breznev.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro