5 ottobre 1947. Muore Modigliani, fondatore del partito socialdemocratico.

Muore Giuseppe Emanuele Modigliani, detto Menè. Nato a Livorno nel 1827 da una famiglia della borghesia ebraica, primogenito di quattro figli l’ultimo dei quali era il pittore Amedeo Modigliani, dopo la laurea in legge si dedica alla politica. Socialista, avvocato di parte civile nel processo per l’assassino di Giacomo Matteotti, nel 1926 è costretto ad emigrare in Francia come tanti altri dirigenti antifascisti.
Perseguitato in Francia dal governo collaborazionista di Vichy, nel 1943 ripara in Svizzera. Rientra in Italia, insieme a Ignazio Silone, negli ultimi mesi del 1944. Nel giugno del 1946 sarà eletto all’Assemblea Costituente. Nel gennaio del 1947 Modigliani seguirà Saragat nella fondazione del futuro Partito socialdemocratico italiano di cui assumerà la presidenza fino alla morte.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro