10 settembre 1827. Addio a Ugo Foscolo, poeta dei “Sepolcri”.

Nato a Zante nel 1778, Ugo Foscolo muore cinquantenne a Turnham Green, vicino Londra. Una vita breve, ma intensa, tumultuosa, ricca di passioni, di avventure e di intemperanze. L’isola greca rimarrà per lui una perenne fonte d’ispirazione e l’amore per il classicismo sarà uno dei motivi ispiratori della sua arte poetica.
Poeta preromantico, le sue opere più importanti sono “Le ultime lettere di Jacopo Ortis” scritto in forma di romanzo epistolare, “Le Odi” , “I sonetti” e il suo capolavoro “I sepolcri”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro