5 settembre 1969. Calley condannato per My Lai.

Il tenente William Calley viene accusato di assassinio premeditato per il massacro contro la popolazione del villaggio vietnamita di My Lai, compiuto il 16 marzo del 1968. I soldati statunitensi della Compagnia Charlie, agli ordini del tenente Calley, uccidono a My Lai 347 civili, principalmente vecchi, donne, bambini, abbandonandosi a stupri e torture. Il massacro viene fermato da tre soldati americani componenti l’equipaggio di un elicottero dell’esercito in ricognizione, che atterra e si frappone tra i soldati americani e i superstiti vietnamiti. Grazie al loro intervento vengono salvate 11 persone. Trent’anni dopo, i tre vengono premiati con la Soldiers Medal, una delle più alte onorificenze dell’esercito statunitense.

Condividi
Indietro