1 settembre 1981. La scomparsa di Albert Speer, l’architetto del Fuhrer.

Muore Albert Speer, l’architetto di Hitler, l’esteta e il cerimoniere del nazismo, mente delle imponenti opere destinate ad esaltare il Terzo Reich. Nato a Mannheim nel 1905, la svolta della sua vita avviene nel dicembre 1930 quando, dopo un comizio di Hitler, rimane folgorato dalla personalità del Fuhrer e si iscrive al partito nazional-socialista.
Tra le sue opere più grandiose, la coreografia per l’oceanico raduno nazista di Norimberga del primo maggio 1933. Da allora Speer, divenuto primo architetto del Reich, avrebbe goduto presso Hitler di una stima mai concessa ad altri. Il 7 febbraio 1942 viene nominato ministro agli armamenti e alla produzione bellica.

Condividi
Indietro