22 giugno 1983. Il mistero Emanuela Orlandi.

Scompare a Roma all’età di 15 anni, in circostanze misteriose, Emanuela Orlandi. La ragazza è figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia.  Il giorno della scomparsa, incontra uno sconosciuto, alla guida di una BMW verde, che le offre un lavoro per una ditta di cosmetici. Verso sera Emanuela chiama casa per riferire della proposta di lavoro e la sorella le consiglia di parlarne con la madre. Questo è l’ultimo contatto che Emanuela ha con la sua  famiglia. Di lei si perdono le tracce. Il  suo caso è uno dei tanti misteri della più recente storia del nostro paese. Nelle molte indagini avviate nel corso degli anni sono stati chiamati in causa il Vaticano, l’Istituto per le Opere di Religione (IOR), la Banda della Magliana, il Banco Ambrosiano e i servizi segreti di diversi Stati. L’intreccio tuttavia non è stato ancora districato e il caso Emanuela Orlandi è tuttora irrisolto.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro