21 giugno 1527. Muore a Firenze Niccolò Machiavelli.

Fu una delle intelligenze più acute del Rinascimento italiano. Dal 1498 al 1512 è segretario della Repubblica fiorentina, ma, al ritorno a Firenze dei Medici, abbandona la vita politica ritirandosi in campagna. È in questo periodo che scrive i suoi volumi più celebri: il Principe e i Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio. Nel 1525 pubblica le Istorie fiorentine, commissionategli cinque anni prima dal cardinale Giulio de’ Medici,  futuro papa Clemente VII.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro