Valeria Valeri, addio alla mamma di Gianburrasca.

Una vita in palcoscenico, grande attrice teatrale, doppiatrice e grande protagonista televisiva si è spenta a 97 anni ieri a Roma Valeria Valeri. Maestra del genere brillante, ironica e spiritosa, aveva tuttavia un saldo retaggio classico, che le ha sempre permesso di cambiare registro recitativo con estrema disinvoltura. Storica compagna di vita di Enrico Maria Salerno, l’attrice era nata l’8 dicembre 1921.
Se il teatro è stato il suo fiore all’occhiello a partire dalla stagione 1950-1951 quando con Gino Cervi e Andreina Pagnani recitava in testi contemporanei del livello di “L’albergo dei poveri” di Gorkij, “Harvey” di Mary Chase, “I figli di Edoardo” di Jackson, nonché del classico “Il mercante di Venezia” di William Shakespeare, non da meno è stato il suo contributo alla televisione italiana.
I suoi due ruoli più celebri sono quelli della signora Stoppani, madre dell’irrequieto Giannino alias Gianburrasca (interpretato Rita Pavone) nello sceneggiato musicale “Il giornalino di Gian Burrasca” diretto nel 1964 da Lina Wertmüller, e quello in “La famiglia Benvenuti” di Alfredo Giannetti (accanto ad Enrico Maria Salerno), in cui interpretò ancora il ruolo di una madre apprensiva.

fonte: tgcom24.mediaset.it

Condividi
Indietro