5 giugno 1975. Uccisa la terrorista Margherita Cagol, più nota come “la compagna Mara”.

Figlia di una famiglia borghese, entra in contatto con il movimento studentesco dell’università di Trento. Nel 1969 sposa Renato Curcio e con lui fonda le Brigate Rosse. Da allora entra in clandestinità e partecipa a tutte le azioni delle Br, compreso il sequestro del giudice Mario Sossi. Nel 1975 riesce a condurre a termine la spettacolare evasione di Curcio dal carcere. Muore in un conflitto a fuoco con una pattuglia di carabinieri presso la cascina Spiotta – nel comune di Melazzo – dove viene tenuto prigioniero l’industriale torinese Vittorio Vallarino Gancia, sequestrato il 4 giugno.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro