Lerici. Una meta ambita anche per la sepoltura.

Saranno discusse in consiglio comunale le modifiche al regolamento di polizia mortuaria, dispersione ceneri e tariffe per richiedenti non residenti. La proposta prevede come punto saliente una tariffa differente per i richiedenti non residenti e la redazione di un documento chiaro che definisca chi ha diritto alla richiesta di tumulazione nel campo santo lericino. Infatti, sono sempre di più i non residenti che fanno richiesta e, anche in considerazione delle variazioni che hanno coinvolto tutta la normativa di polizia mortuaria, il problema non è da sottovalutare. Innanzitutto esiste un problema di spazi, legato anche al fatto che ormai il terreno del campo santo di Narbostro è demineralizzato e non agevola la decomposizione dei defunti secondo tempi congrui; un altro problema da tenere in considerazione è che la tariffa a Lerici è tra le più basse, nelle zone limitrofe, fino ad arrivare ad essere forse il Comune con quella meno cara dell’intera provincia con una spesa di 1800 euro per 20 anni.

Condividi
Indietro