Irene Nonnis, giovane tanatoesteta, non ha paura né dei morti né della morte.

In Italia, e non solo, c’è una rimozione totale della morte, che costituisce un vero e proprio tabù. Non ci piace parlarne, non ci piace pensarci, eppure, inutile dirlo, la morte riguarda tutti noi. Pensarci di più, con meno filtri e meno problemi, forse ci aiuterebbe a viverla più serenamente, arrivarci più preparati… e truccati bene, perché no? Chi lavora a stretto contatto con i morti sa quanto sia importante dare maggiore dignità al defunto anche attraverso la cura del corpo. Lo sa bene Irene, che fa un lavoro che la maggioranza delle persone considera strano, sebbene sia necessario e sempre più diffuso. È una tanatoesteta, ovvero la persona che si occupa della cura estetica della salma.

continua a leggere

Condividi
Indietro