3 giugno 1989. Il massacro di Tien An Men.

Il governo cinese ordina all’esercito di reprimere con la forza le proteste studentesche che ormai dilagano in tutta la Cina. Nella notte del 3 giugno i carri armati iniziano a muoversi dalla periferia verso la piazza Tien An Men dove si svolge il cuore della protesta. L’esercito ha l’ordine di aprire il fuoco ovunque trovi resistenza. È un massacro. La foto dello studente disarmato davanti a un carro armato fa il giro del mondo diventando il simbolo della resistenza giovanile al regime di Pechino.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro