31 maggio 1996. Muore a Roma Luciano Lama.

Politico e sindacalista italiano, fu segretario della CGIL dal 1970 al 1986. Operando in collaborazione con il socialista Ottaviano Del Turco, è fautore dell’unità sindacale con CISL e UIL. Durante un comizio alla Sapienza di Roma nel 1977 viene violentemente contestato da un gruppo di giovani militanti dei circoli proletari. Un episodio emblematico che segna la rottura fra il mondo ortodosso del Sindacato e del Pci e quello magmatico, rappresentato dai gruppi di sinistra extraparlamentare. Durante la sua lunga carriera, Lama ha gestito innumerevoli vertenze, una in particolare con la Fiat di Gianni Agnelli che nel 1980 espelle 23 mila dipendenti mettendoli in cassa integrazione.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro