30 maggio 1431. Muore bruciata sul rogo Giovanna D’Arco, la patrona di Francia.

Ad appena 19 anni, la cosiddetta pulzella d’Orleans viene condannata a morte e arsa viva nella città di Rouen. Giovanna ha un ruolo fondamentale nella storia della Francia. È lei a galvanizzare e a condurre alla vittoria le truppe francesi nella guerra dei cent’anni contro gli Inglesi. Fatta prigioniera a Compiegne, la giovane, che veste abiti da guerriero, viene sottoposta ad un crudele processo per eresia e stregoneria. Solo nel 1456 il Pontefice Callisto III, al termine di una seconda inchiesta, dichiara la nullità del processo e riabilita la figura di Giovanna D’Arco che viene beatificata nel nel 1909 e dichiarata santa da Benedetto XV nel 1920.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro