È morto Bobby Diamond: era il piccolo Joey nei telefilm “Furia”.

Era un’icona della tv americana in bianco e nero, ma era diventato un piccolo eroe anche per chi era ragazzino nell’Italia degli anni ’70: è morto a 75 anni Bobby Diamond. Era il piccolo Joey Clark Newton nella serie Furia, i celebri telefilm che debuttarono negli Stati Uniti alla metà degli anni Cinquanta e vent’anni dopo conquistarono anche il pubblico italiano: la Rai lo mandò in onda a più riprese a partire dalla fine degli anni Sessanta. Celebre anche la sigla cantata da Mal, Furia cavallo del west, divenuta un tormentone.
Malato da tempo, Diamond si è spento presso il Los Robles Regional Medical Center di Thousand Oaks, in California. L’annuncio della morte, che risale al 15 maggio, è stato dato oggi dall’amica e scrittrice Laurie Jacobson a The Hollywood Reporter.
Bobby Diamond era nato il 23 agosto 1943 a Los Angeles ed era diventato un bambino prodigio del cinema e della tv. L’esordio a 9 anni nel film Il più grande spettacolo del mondo; dopo altri film gli venne affidato il ruolo di Joey, un orfano di 12 anni preso in custodia da Jim Newton (l’attore Peter Graves) titolare del Broken Weel Ranch.
All’inizio della serie lo stallone nero Furia viene catturato assieme ad altri cavalli selvaggi da Jim, che tuttavia non riesce a domarlo. Ci riesce il piccolo Joey e fra ragazzino e cavallo si instaura una grande amicizia e un legame di fiducia e di affetto.

fonte: repubblica.it

Condividi
Indietro