Francia. Se il lavoro porta al suicidio.

Nel 2017, in Francia, il 3,8 per cento delle persone che lavorano ha dichiarato di aver pensato di togliersi la vita nel corso dei 12 mesi precedenti. Lo rivelano i risultati di un’indagine pubblicata nel Bollettino Epidemiologico della sanità pubblica francese che consente di misurare l’impatto delle condizioni di lavoro sull’intenzione di suicidarsi, dichiarata dal 4,5 per cento delle donne e dal 3,1 degli uomini intervistati nello studio. In più di un terzo di questi casi le condizioni in cui si lavora sono indicate quali motivo che porta al pensiero di privarsi della vita. Il fattore più importante è la paura di perdere l’impiego, seguito dalle minacce verbali, dalle umiliazioni e dalle intimidazioni sul lavoro.

continua a leggere

Condividi
Indietro