13 maggio 1981. L’attentato a Giovanni Paolo II.

Pochi minuti dopo il suo ingresso in Piazza San Pietro per l’udienza generale, Giovanni Paolo II è raggiunto da due colpi di pistola all’addome. A sparare è il turco Mehmet Ali Aðca, militante del gruppo terroristico di estrema destra “Lupi Grigi”. L’attentatore viene subito arrestato e il 22 luglio sarà condannato, per direttissima, all’ergastolo. Il Papa viene considerato fuori pericolo dopo essere stato sottoposto a un intervento di oltre 5 ore.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro