13 maggio 1979. Il massacro dei pellerossa.

Gli indiani Sioux  ricevono dal governo degli Stati Uniti 105 milioni di dollari a titolo di risarcimento per le Black Hills, la loro terra sacra, sottratta alle tribu’ Lakota nel 1877. Un gesto simbolico che segue una delle vicende più sanguinose e tragiche della storia americana. Gli indiani pellerossa,  da sempre proprietari delle Black Hills,  furono infatti cacciati e massacrati dopo che i bianchi si erano accorti che nelle colline nere si nascondeva l’oro.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro