14 aprile 1865. L’attentato a Lincoln.

Washington, Ford’s Theatre. L’attore e fanatico sudista John Wilkes Booth colpisce con un arma da fuoco il presidente degli Stati Uniti d’America Abramo Lincoln. Protagonista della battaglia a favore dell’Unione, in guerra contro i secessionisti del Sud, artefice dell’introduzione del tredicesimo emendamento per l’abolizione della schiavitù, il sedicesimo presidente degli Stati Uniti morirà il giorno seguente per le ferite riportate.

Condividi
Indietro