11 aprile 1977. Addio a Jacques Prevert, la poesia del cuore.

Muore il poeta Jacques Prevert. Nato nel 1900, negli anni Trenta svolge una intensa attività teatrale lavorando con la “Compagnia d’Ottobre” che intende promuovere un “teatro sociale”. Ma è l’amore il tema attorno al quale ruota la creatività del Prevert poeta: l’amore inteso come unica salvezza del mondo. Nel 1946 vede la luce la sua opera più famosa: “Paroles”. Nel 2000, il “Nouvel Observateur”scopre in Francia una vecchia signora, Claudy Carter, ispiratrice dell’indimenticabile le “Feuilles mortes”, e ignorata da tutte le biografie di Prevert. “Jacques mi chiamava la sua fogliolina” racconta Claudy. “Io avevo 16 anni e lui 38, e adoravo calpestare le foglie secche e farle scricchiolare sotto i piedi”.

Condividi
Indietro