10 aprile 1890. La scomparsa di Aurelio Saffi, protagonista della Repubblica Romana.

Muore a Forlì Aurelio Saffi, patriota e politico italiano. Laureatosi in giurisprudenza, intraprende subito la carriera politica denunciando il malgoverno dello Stato Pontificio. Avvicinatosi alle posizioni mazziniane, nel 1848 è uno dei protagonisti della Repubblica Romana. Nel 1857, in seguito a un tentativo d’insurrezione a Milano, Saffi, condannato in contumacia, riparò in Inghilterra. Nel 1861 viene eletto deputato al parlamento del Regno d’Italia.

Condividi
Indietro