È morto Vincenzo Mancini, il patron del marchio Cisalfa.

È stato uno dei protagonisti – forse il più importante – della prima rivoluzione nel retail. Vincenzo Mancini, mancato ieri all’età di 65 anni, ha fatto la storia dei negozi sportivi in Italia. Insieme al fratello Maurizio aveva aperto il primo negozio di articoli per il tempo libero alla fine degli anni ’70 a Tivoli, vicino a Roma.
Lo avevano battezzato Sportland. Nato da una famiglia romana (che lo ha salutato oggi sulle pagine dei principali quotidiani italiani con un “Ciao Vincenzo!”), l’imprenditore ha subito preso la rotta verso il Nord, più sensibile alle tendenze casual e, a quel tempo, al fascino dei grandi marchi dello sport.
Mancini ha poi svolto il ruolo di consolidatore del mercato, fino alla fine degli anni ’80 animato da iconici negozi del settore o da piccole catene. Ora il gruppo si confronta con la nuova rivoluzione del retail innescata dalla concorrenza dell’ecommerce, che incide ancora poco sulle vendite di Cisalfa sport.

continua a leggere

Condividi
Indietro