Come comportarsi ad un funerale.

Assistere ad un funerale porta sempre un po’ di imbarazzo. Non sempre sappiamo come comportarci, cosa dire o che cosa indossare per mostrare rispetto verso il defunto e verso coloro che lo compiangono. Per questo esiste un galateo dedicato al lutto ed al funerale ed è bene rispettarlo, sia che si faccia parte dei parenti stretti del compianto, sia che lo si pianga in veste di amici, conoscenti o colleghi.
Se non fate parte della cerchia ristretta, ma dovete o volete presenziare al funerale sarà il caso di seguire poche e semplici regole di galateo. Vediamo quali sono. La prima cosa di cui tenere conto è l’abbigliamento. Pur non essendo più obbligatorio indossare il nero, è pur vero che ad un funerale non ci si può presentare vestiti come per una festa. Del resto può anche capitare che si gioisca in questa giornata, specialmente dopo aver atteso tanti anni che la suocera si togliesse di mezzo, ma rimane comunque il fatto che questi sentimenti non vanno esternati. Dunque diventa necessario indossare capi d’abbigliamento sobri ed evitare gioielli, accessori e cravatte dai colori vivaci, i tacchi a spillo (non si sta certo andando a ballare) e le pellicce. Se invece si fa parte della cerchia ristretta del defunto, è bene indossare abiti neri. Le donne, sempre secondo il galateo, dovrebbero indossare le calze, anche se ci sono 40 gradi all’ombra. I parenti possono anche portare degli occhiali scuri per nascondere le lacrime o per celare la loro assenza. Devono però essere evitati da tutti gli altri partecipanti.
Gli ospiti dovrebbero anche essere puntuali, non è molto educato arrivare a funerale iniziato. Ed anche se siete atei convinti, è bene imitare il comportamento dei credenti che assistono alla funzione. Durante lo svolgimento della messa funebre non si dovrebbero fare chiacchiere di nessun genere, guardarsi intorno per vedere chi è presente o chi non lo è, e assolutamente usare lo smartphone. Anche applaudire è un gesto del tutto fuori luogo durante un funerale, a meno che non si tratti di un attore che verrà applaudito alla fine per la sua uscita di scena.
Ma una cosa in particolare crea più problemi: le condoglianze. Spesso non si capisce quale è il momento adatto per farle. Se si assiste alla funzione vanno fatte quando la bara viene caricata sul carro funebre. Se, per qualsiasi motivo, non si riesce ad essere presenti una telefonata o un telegramma risultano più raffinati di un SMS o di un messaggio WhatsApp. E comunque vanno evitate le frasi preimpostate, meglio un sorriso sincero o un caldo abbraccio. Da parte di chi riceve le condoglianze bisogna ricordare un paio di comportamenti da etichetta. Primo, le condoglianze vanno accettate anche da personaggi che non si gradiscono. Secondo, è buona educazione ringraziare sia i partecipanti al funerale che chi ha fatto telefonate o mandato telegrammi.

Condividi
Indietro