6 aprile 1912. La scomparsa di Giovanni Pascoli, la grande poesia italiana di fine ‘800.

Muore Giovanni Pascoli, uno dei maggiori poeti italiani di fine Ottocento. La sua infanzia è gravemente segnata dai lutti familiari: Pascoli rimane orfano del padre a 12 anni e della madre l’anno successivo, perdendo anche tre dei suoi nove fratelli. Dopo la laurea a Bologna insegna lettere classiche al liceo. Nel 1891 pubblica la sua prima raccolta di versi, “Myricae”.

Condividi
Indietro