In Alto Adige il primo funerale celebrato da una donna.

Lei non avrebbe voluto finire in prima pagina, ma è stato il quotidiano altoatesino “Dolomiten” a dare evidenza a Christine Leiter come «prima donna» che in Italia ha celebrato un funerale, senza Eucaristia naturalmente. Più corretto sarebbe dire che mercoledì nella chiesa di Sesto Pusteria la teologa Christine ha guidato la liturgia della Parola per le esequie, nell’ambito della novità pastorale operativa in tutta la diocesi altoatesina col prossimo mese di giugno, quando termineranno il loro percorso formativo i dodici laici scelti dall’arcidiocesi di Bolzano-Bressanone: sei uomini e sei donne.
Christine è una di loro e come il “collega” Hans Duffek a Bolzano (“Avvenire” ne ha dato notizia qualche mese fa) si è trovata a celebrare il primo funerale a causa dell’assenza del parroco, impegnato fuori sede per un servizio. «Dal momento che il loro percorso formativo prevede di fare esperienza con la celebrazione di tre funerali prima del termine del corso – ci spiega il parroco di Dobbiaco, don Josef Gschnitzer – avevamo concordato che a Sesto Pusteria avrebbe presieduto lei un funerale nel caso di necessità. E così è stato, visto che io ero assente. È andato tutto bene, normalmente, con l’unica differenza che non si è celebrata l’Eucaristia».

continua a leggere

Condividi
Indietro