4 marzo 1947. L’ultima sentenza capitale in Italia.

Alle 7 e 45 del mattino, dopo che il Capo dello Stato ha respinto la loro richiesta di grazia, vengono fucilati Francesco La Barbera, Giovanni Puleo, Giovanni D’Ignoti. È l’ultima condanna a morte eseguita in Italia. Nel 1945 i tre hanno ucciso a bastonate alcune persone nel corso di una rapina avvenuta a Villarbasse. La pena di morte verrà abolita dalla Costituzione Italiana, approvata il 22 dicembre 1947 ed entrata in vigore il primo gennaio 1948.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro