2 marzo 1991. Addio a Serge Gainsburg, un mito “scandaloso”.

Muore a Parigi Serge Gainsbourg, cantautore, musicista e poeta. Attingendo a vari ambiti musicali, dal jazz all’afro-cubana, al rap, al reggae, Gainsbourg contribuisce al rinnovamento della musica francese. Il suo eclettismo musicale si coniuga con una grande originalità dei testi, poetici e complessi, pieni di riferimenti letterari, doppi sensi e allusioni erotiche. La sua canzone più nota, “Je t’aime… moi non plus”, ha una composizione e una resa vocale molto sensuali e viene censurata in molti Paesi. Negli anni ’80 dà scandalo in tv bruciando in diretta una banconota da 500 franchi francesi e confessando, senza troppi giri di parole, a Whitney Houston la sua voglia di fare sesso con lei. Nel 1986 gira “Charlotte forever” con la figlia Charlotte in cui mette in scena un rapporto incestuoso fra padre e figlia, attirandosi di nuovo critiche scandalizzate.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro