26 febbraio 1993. Il primo attacco al World Trade Center.

Ore 12.18: un furgone imbottito con 700 kg di esplosivo viene fatto esplodere nei garage del World Trade Center di New York. L’esplosione uccide 6 persone, ne ferisce altre mille e crea una voragine di 50 metri di diametro. L’FBI arresterà quattro fondamentalisti islamici: gli esecutori materiali dell’attentato e la presunta mente organizzativa, lo sceicco di origine egizia Omar Abdel Rahman, considerato il leader spirituale di “Assemblea Islamica”. Già da allora si ipotizza il coinvolgimento di Al Qaeda e di Osama bin Laden.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro