18 febbraio 1963. La scomparsa di Beppe Fenoglio, scrittore e partigiano.

Muore a Torino Beppe Fenoglio, partigiano e scrittore. Nel 1943 viene richiamato alle armi e indirizzato al corso allievi ufficiali. Dopo lo sbandamento seguito all’8 settembre, si unisce alle formazioni partigiane “badogliane” con cui partecipa alla battaglia per la liberazione di Alba. Alla fine della guerra si dedica completamente alla scrittura: nel 1949 pubblica i suoi primi racconti “Il trucco”, “Racconti della guerra civile” e “La paga del sabato”. Nel 1952 esce la sua prima raccolta “I ventitré giorni della città di Alba” e in seguito “Una questione privata”. Il suo romanzo più noto, “Il partigiano Johnny”, viene pubblicato postumo nel 1968.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro