28 gennaio 1986. L’esplosione dello shuttle “Challenger”.

Lo Space Shuttle “Challenger” esplode, a 14 chilometri di altezza e dopo 73 secondi dal decollo, per la fuoriuscita di combustibile, dovuta alla rottura di un manicotto di gomma indurito dal gelo. Lo Shuttle “Challanger” è al suo decimo volo e, nell’incidente, muoiono i sette astronauti dell’equipaggio. Tra di essi anche una maestra che avrebbe dovuto tenere una lezione dallo spazio.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro