27 gennaio 1901. Addio a Giuseppe Verdi, maestro del melodramma italiano.

Muore a Milano, all’età di 88 anni, Giuseppe Verdi. Dominatore assoluto del melodramma italiano per oltre 50 anni, ha avuto il merito di ampliarne i confini creando una drammaturgia appassionata e virile. Tra le sue molte opere di successo vi sono “Nabucco”, “Rigoletto”, “La Traviata” “Il Trovatore” e “Aida”. La creatività artistica di Verdi si chiude con la composizione di uno “Stabat Mater” e di un “Te Deum”. La sua morte segna la conclusione di un’era della vita italiana. L’apoteosi dei suoi funerali coincide con l’inizio della parabola crescente della fortuna della sua opera.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro