Torino. Danno per morto il compagno di scuola e lo piangono sui social.

Lo studente “muore” e gli amici lo piangono sui social, ma si tratta di una fakenews, una burla che è eufemistico definire di pessimo gusto. È accaduto a Ciriè, nel Torinese. Lo scherzo ha terrorizzato i genitori della presunta vittima: hanno letteralmente passato davvero un brutto quarto d’ora, il tempo che hanno impiegato per sincerarsi che il figlio stava bene. Ma in molti, soprattutto tra i compagni e gli amici del ragazzo, per alcune ore hanno preso per buona la notizia, subito divenuta virale. Autori del macabro scherzo due studenti delle superiori che hanno inventato di sana pianta e postato sui social la notizia della morte del compagno, salvo poi giustificarsi “candidamente” con la scusa di uno scherzo e, fatto non secondario, la vittima si è poi scoperto esserne oltreché il complice, l’ideatore. Non solo, nel video di scuse successivo, il “resuscitato” ha anche inscenato una televendita di sue magliette che stampa dietro compenso.

Condividi
Indietro