18 gennaio 1989. Muore Bruce Chatwin, lo scrittore in viaggio.

Nato a Sheffield nel 1940, trascorre l’infanzia in un continuo vagabondare da una parte all’altra dell’Inghilterra insieme alla madre. A soli diciotto anni inizia a lavorare presso la casa d’aste Sotheby’s come catalogatore. Nel 1966 lascia il lavoro per iscriversi all’università; a metà corso, però, abbandona gli studi e fa il giornalista. Nel 1974 parte per la Patagonia. In seguito a questo viaggio, pubblica nel 1977 “In Patagonia”, il suo primo libro che lo consacra subito come grande scrittore. Da questo momento in poi la vita di Chatwin è un pressoché ininterrotto viaggiare e il viaggio costituisce il leitmotiv delle sue opere.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro