4 gennaio 1975. Scompare Carlo Levi, lo scrittore dei “dimenticati”.

Muore a Roma Carlo Levi. Nato a Torino il 29 novembre 1902, laureato in medicina, amico di Piero Gobetti, Levi si dedica con successo alla pittura. Antifascista, alla vigilia della guerra in Etiopia viene inviato al confino in provincia di Matera. Da questa esperienza nasce la sua opera letteraria più celebre, “Cristo si è fermato a Eboli’’. Nel 1979 Francesco Rosi firma l’adattamento cinematografico del libro, interpretato da Gian Maria Volonté.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro