27 dicembre 1985. L’agguato di Fiumicino.

Un commando formato da 4 giovani palestinesi, partiti dalla Siria, semina morte e distruzione all’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, aprendo il fuoco contro i passeggeri in coda per il check-in della compagnia aerea israeliana El Al e della americana TWA. Muoiono 13 persone tra cui 3 terroristi. Contemporaneamente, all’aeroporto di Vienna, altri 4 uomini sparano, uccidendo 7 persone. I feriti sono un centinaio. I terroristi sono legati alle cellule estremiste di Abu Nidal.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro