Amantea. Carabinieri scoprono Casa Funeraria totalmente abusiva: il Comune la chiude.

Il 4 dicembre i Carabinieri, durante un controllo interforze presso le “Onoranze Funebri Padre Pio” di Gentile Domenico, detto “Mimì”, fratello del boss di Amantea Tommaso Gentile, hanno scoperto l’utilizzo di un immobile adibito abusivamente a Casa Funeraria e in parte ad autorimessa. Dalla relazione redatta dalle forze dell’ordine e inviata al Comune presso gli uffici SUAP è nato il provvedimento relativo alla notifica del divieto di utilizzo dell’immobile per gli usi commerciali previsti.

Condividi
Indietro