Salva un albero dal funerale: dona al wwf. Parola di Taffo.

Giovedì 13 dicembre l’agenzia Taffo Funeral Services accenderà le luci di “Seppellacchio” al grido di “a Natale salva un albero dal funerale”, un’iniziativa benefica contro il disboscamento utile alla raccolta fondi a favore dell’associazione ambientalista italiana. Dopo “Spelacchio” fu “Spezzacchio”. Malandati e costretti fuori dal loro habitat naturale, entrambi sono passati a miglior vita, morti e sepolti come il beneamato Spelacchio, o clinicamente morti come il suo successore Spezzacchio, costretto dallo smog e da funi d’acciaio che lo tengono in piedi a scapito delle sue radici che non sanno più dove far presa. Così, nel giorno più corto dell’anno e, per la prima volta, si illumineranno le luci dell’Albero di Natale targato Taffo Funeral Services. L’idea dell’agenzia funebre che accenderà un albero riutilizzabile, artificiale, ma pieno di vita, nasce a ridosso dello scorso novembre, quando il maltempo si è scagliato contro il Paese abbattendo oltre quattordici milioni di alberi in tutta Italia, dando luogo ad una vera e propria apocalisse. Taffo vuole seppellire una volta per tutte la moda di uccidere un albero ogni Natale. “Siamo le persone giuste per seppellire quest’assurda abitudine di recidere gli alberi a Natale. È una cosa che non ha senso”, afferma Alessandro Taffo, direttore dell’agenzia che si fa carico dell’evento. Un modo ironico per spingere il pubblico a donare un contributo.

Condividi
Indietro