Pontecorvo. Un forno crematorio in città: è bufera sul progetto.

Prosegue l’iter del project financing per la costruzione di un forno crematorio a Pontecorvo. E mentre vanno avanti senza sosta le attività tecniche, iniziano a manifestarsi anche le prime polemiche. Il progetto è stato deliberato dalla giunta comunale che ha sottolineato come tale decisione sia stata assunta “in risposta alle sopravvenute esigenze della comunità e in considerazione della crescente richiesta”. E lo spazio dove dovrebbe sorgere questo forno crematorio è stata individuata vicino il cimitero, ma in modo tale da avere una propria completa autonomia. L’area attualmente è di proprietà privata per cui è prioritario acquisire la disponibilità della stessa al patrimonio comunale. Un progetto sul quale ci sono forti interessi da parte di alcune imprese. La stessa giunta ha informato che sono “pervenute al Comune di Pontecorvo tre proposte di project financing da parte di soggetti privati per la realizzazione di un forno crematorio con affidamento della gestione del servizio cimiteriale”. E così dopo la delibera prosegue l’iter. Nei giorni scorsi è stata pubblicata la determinazione dell’area tecnica con cui è stata nominata la commissione per la valutazione dei project financing. Ma su questo progetto iniziano a fiorire i primi venti tempesta. E a sollevarli sono stati alcuni cittadini che attraverso i social network hanno espresso forti preoccupazioni per quanto stava accadendo evidenziando il timore dell’impatto che un forno crematorio, costruito a ridosso del centro cittadino, potrà avere anche sull’inquinamento dell’area.

Condividi
Indietro