Sully, il cane di George Bush, veglia la bara del presidente.

Non vuole allontanarsi dal suo padrone. Sully, il cane dell’ex presidente George Bush, veglia la sua bara triste e sconsolato. La foto, postata sui social dal portavoce Kim McGrath, è diventata subito virale, facendo commuovere gli Stati Uniti e non solo. “Missione compiuta. #Remembering41“. Questa la scritta sopra la foto dell’amato Labrador del presidente. Il 41esimo presidente della nazione è morto venerdì nella sua casa di Houston a 94 anni. Gli sarà reso omaggio durante diverse cerimonie pubbliche e private a Houston e a Washington prima della sua sepoltura in Texas. Bush aveva “adottato” Sully nel giugno scorso ricevendolo in dono dall’organizzazione no profit Americàs VetDogs. Il presidente soffriva di una forma di morbo di Parkinson e il cane lo assisteva aprendo le porte, prendendo gli oggetti e aiutandolo in diverse attività. Sully ora tornerà all’associazione, che ha sede a New York, dove trascorrerà le feste di fine anno, prima di essere trasferito al programma addestramento cani del Centro medico militare nazionale di Water Reed. Intanto un velivolo del governo americano è giunto nelle prime ore del mattino in Texas per trasportare la salma a Washington, dove si terranno i funerali di Stato.

Condividi
Indietro