Lavoro. La strage continua e aumenta: 945 morti in 10 mesi (+9,4% rispetto allo scorso anno).

Di lavoro si continua a morire. Lo dice l’Inail secondo cui i casi di infortunio denunciati nei primi dieci mesi dell’anno sono stati 534.605, in aumento dello 0,2% rispetto allo stesso periodo del 2017. Ma il dato più eclatante sono i decessi: si sono registrate 945 morti, un 9,4% in più rispetto allo scorso anno. L’aumento dei casi mortali, spiega l’Inail, è dovuto soprattutto all’elevato numero di decessi avvenuti lo scorso mese di agosto rispetto allo stesso mese del 2017.

continua a leggere

Condividi
Indietro