Aymavilles. In mille ai funerali dei fratellini uccisi dalla mamma.

Circa mille persone hanno partecipato ai funerali di Marisa Charrère, di 48 anni, e dei suoi figli Nissen e Vivien, di 7 e 9 anni, morti nella notte tra giovedì e venerdì scorsi a causa di un’iniezione letale somministrata dalla mamma che subito dopo si è suicidata. La chiesa parrocchiale di Cristo Re e il sagrato erano colmi di concittadini straziati dal dolore. “È un momento difficilissimo”, ha detto il parroco del paese, Renato Roux, “e di grande sofferenza per la comunità. È il momento più triste per tutti noi e per me che ho il compito di portare un po’ di speranza in un momento di dolore incomprensibile”. Alla cerimonia era presente anche il marito della donna e padre dei bimbi, Osvaldo Empereur, che nei giorni scorsi era stato ricoverato in ospedale sotto shock.

Condividi
Indietro