Kazakistan. Un uomo è tornato a casa due mesi dopo il suo funerale.

Un residente di Atyrau, creduto morto, è tornato a casa due mesi dopo il suo funerale. L’uomo era uscito di casa il 20 giugno e non è mai più tornato. Poiché era solito uscire senza preavviso, i suoi parenti si sono rivolti alle forze dell’ordine solo a luglio. Dopo qualche tempo, i membri della famiglia della persona scomparsa sono stati convocati all’obitorio per il riconoscimento di un corpo. A causa dell’avanzato stato di decomposizione non è stato possibile identificarlo, tuttavia un esame genetico ha dimostrato che con una probabilità del 99,92% il cadavere apparteneva al loro parente scomparso. La salma è stata quindi consegnata alla famiglia e a settembre sono stati celebrati il funerale e la tumulazione. I parenti hanno persino restituito allo stato la pensione pagata dallo stato all’uomo mentre era irreperibile. Tuttavia, alla fine di ottobre, il “defunto” è tornato inaspettatamente a casa. Ha detto che durante l’estate al mercato ha incontrato un uomo che lo ha convinto a lavorare in una fattoria in uno dei villaggi della regione e di aver deciso di tornare a casa quattro mesi dopo. I suoi parenti ora intendono querelare gli specialisti che hanno condotto l’esame genetico.

Condividi
Indietro